martedì 19 maggio 2020

Cultura generale sull'Aloe Arborescens

C’è chi ancora ritiene l’Aloe una semplice pianta 

e chi invece ne conosce già alcuni degli incredibili effetti benefici, eppure ancora in pochi hanno le idee chiare sull’argomento. La prima delucidazione riguarda proprio il nome, non tutti infatti sanno che con il termine “Aloe” si intende l’intero genere di piante e non un’unica tipologia. I tipi di Aloe sono svariati e se ne possono rintracciare almeno 350. Eppure, nonostante il vasto numero di generi, solamente 3 o 4 tipologie posseggono proprietà curative.

Aloe Arborescens nella storia
Aloe Arborescens nella storia

Le più note, che sicuramente tutti avranno sentito nominare sono:

l’Aloe Vera e l’Aloe Arborescens. La storia di questa pianta ha origini lontane: la “guaritrice silenziosa”, così come era definita dal popolo Indù, è stata un ingrediente fondamentale per le cure mediche di numerose civiltà antiche. Indiani, Maya, Romani, Egiziani e Assiri hanno utilizzato l’aloe miscelandola con altri prodotti naturali.

La citazione che forse più di ogni altra fa comprendere l’importanza di questa pianta appartiene a Cristoforo Colombo che durante il suo viaggio di ritorno dalle Americhe affermò: ”Tutto bene, ho l’aloe a bordo”. “L’elisir di Gerusalemme”, tanto caro ai cavalieri templari per garantirsi salute e longevità, altro non era che una bevanda composta da aloe, vino di palma e canapa. L’aloe era inoltre il “rimedio armonioso” degli antichi medici cinesi ma anche in Grecia era diffuso il suo utilizzo.

L’aloe possiede numerose proprietà che le garantiscono effetti curativi straordinari

è antiossidante e anti-age; antibatterica, antimicotica e antivirale; antinfiammatoria e antidolorifica; cicatrizzante e stimolante della crescita epiteliale; immunomodulante; antitumorale.

In molti tuttavia si chiedono quale siano le differenze tra i tipi di Aloe che come abbiamo visto sono diverse centinaia. L’aloe Vera e L’aloe Arborescens sono indubbiamente le più efficaci, per via dei principi attivi che contengono.

La differenza tra le due varietà sta innanzitutto nella forma.
La struttura stessa delle due varietà è difforme, la Vera ha la forma di un cespo, assenza di un tronco e foglie tra i 60 e i 90 cm che pesano tra 1 e 2 kg. La Arborescens ha un tronco legnoso centrale, ha la forma di un cespuglio caotico e le foglie filiformi sono lunghe al massimo 60 cm e pesano tra i 10 e i 100 grammi. Il primo tipo produce dei fiori gialli, il secondo dei fiori rossi.

Eppure la vera differenza tra i due tipi di Aloe sta proprio nei principi attivi. L’aloe Arborescens possiede una concentrazione ben maggiore, sebbene sia la meno diffusa a causa delle grandi difficoltà di produzione. La sua storia millenaria e gli oltre 300 principi attivi l’hanno consacrata a regina delle piante fitoterapiche.




Azienda Italiana con 20 anni di esperienza nei prodotti con base l'Aloe Arborescens. Hai a disposizione uno sconto del 10% su tutti i prodotti, dato da noi come Co-Partner,  in più lo sconto segnalato sotto ogni articolo.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per averci inviato un commento o per chiedere informazioni