giovedì 16 aprile 2020

Coronavirus, come comportarsi con cani e gatti per evitare rischi

Coronavirus, come comportarsi 
con cani e gatti per evitare rischi

Coronavirus, come comportarsi con cani e gatti per evitare rischi

Stiamo vivendo giorni di ansia e di caos legati alla paura del Coronavirus.
Se le disposizioni del ministero riguardo i comportamenti da adottare in ambito umano sono ben chiari, le informazioni che riguardano gli animali da compagnia sono spesso contraddittorie e poco chiare.
Questa confusione porta a comportamenti irresponsabili, i dati parlano addirittura di migliaia di cani abbandonati dai padroni per paura del contagio.

Per questo abbiamo deciso di porre alcune domande alla Dott.ssa Daniela Di Scala, Medico Veteriario e Direttore Sanitario dell’Ospedale Veterinario “Amici degli animali” di Latina, per fare chiarezza ed evitare comportamenti sciagurati che possono compromettere la nostra salute e quella dei nostri animali da compagnia.

Dottoressa buongiorno e come sempre la ringraziamo per la sua disponibilità. Desideriamo porle alcune domande riguardanti l’emergenza Coronavirus che proprio in questi giorni stiamo vivendo.

Il coronavirus è pericoloso per i nostri amici a 4 zampe?
In Medicina Veterinaria sono conosciuti numerosi casi di coronavirus. Questi, come tutti i virus, tendono ad aggredire un’unica specie. Il coronavirus ha però una caratteristica: in determinate condizioni è capace di fare il salto di specie. Al momento non ci sono evidenze scientifiche che dimostrino la trasmissibilità del coronavirus Covid-19 dall'uomo agli altri animali. L’unico cane risultato positivo ad Hong Kong è comunque in buone condizioni di salute.

Cani e gatti possono essere portatori e trasmettere il virus?
E’ altamente improbabile che un animale domestico possa essere vettore del virus, poiché l’eliminazione del virus avviene tramite le secrezioni bronchiali e il virus resiste molto poco nell'ambiente.

E’ vero anche che, in una situazione epidemica, è possibile che il Coronavirus possa passare dall'uomo al cane o al gatto. 
Ma non esistono prove che l’animale domestico possa fare da “veicolo”. E’ infatti estremamente difficile che nell'animale domestico possa raggiungere una quota infettante e, quindi, essere trasmesso all'animale. Dobbiamo tuttavia comprendere tutti la situazione delicata contingente, e ricordare che il rispetto del rapporto con l’animale domestico sta anche nell'avere del buon senso e nel rispettare delle norme igieniche. Questo non vuol dire demonizzare l’animale, ma rispettarlo esattamente come dobbiamo rispettare e tutelare le persone. Per questo si raccomanda di lavare le mani frequentemente con acqua e sapone o usando soluzioni alcoliche dopo il contatto con gli animali e pulire le zampe dei nostri animali al rientro della passeggiata.

Se un persona è contagiata, deve evitare il contatto con gli animali domestici?
Non ci sono motivazioni valide per cui le persone contagiate non debbano venire a contatto con i loro animali.

Cosa bisogna fare se un animale ha bisogno di cure ed è stato a contatto con una persona infetta?
Se un animale ha bisogno di cure ed è stato a contatto con persone infette è bene contattare il proprio medico veterinario e concordare in base all'urgenza le modalità di visita. Ci sono particolari precauzioni da adottare per gli animali? Gli animali per loro natura tendono a leccare qualsiasi cosa e ovviamente calpestano qualsiasi cosa con le loro zampe. Questo non deve impedirci di portarli in passeggiata o al parco, ma adottiamo anche per loro le norme igieniche di base e puliamo le zampe ai nostri cani al rientro della passeggiata. Se i nostri gatti hanno accesso all'esterno, anche per loro valgono le stesse raccomandazioni di buon senso e responsabilità.

Quali consigli si sente di dare ai proprietari di cani e gatti?
La prima regola è mantenere la calma!

Le nostre abitudini di vita stanno subendo dei cambiamenti sociali importanti. Il nostro rapporto con i nostri animali non deve cambiare, ma dobbiamo cambiare le nostre abitudini. Le norme igieniche vanno rispettate e il buon senso deve prevalere su ogni altro aspetto. Un’ultima raccomandazione che mi sento di dare: i proprietari di cani e gatti che appartengono a categorie a rischio di ricovero o isolamento, è bene che contattino una o più persone di fiducia in grado di occuparsi dei loro animali in caso di necessità.
⇩⇩
⇧⇧
Azienda Italiana con 20 anni di esperienza nei prodotti con base l'Aloe Arborescens. 
Hai a disposizione uno sconto del 10% su tutti i prodotti, dato da noi come Co-Partner, 
in più lo sconto segnalato sotto ogni articolo. 
APPROFITTANE SUBITO!  Catalogo prodotti Aloe-Beta persone
Prodotti di base Aloe Arborescens, per la salute degli animali CLICCA QUI
Per sapere come avere, il tuo negozio del benessere gratis  CLICCA QUI

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per averci inviato un commento o per chiedere informazioni