martedì 4 febbraio 2020

Impariamo ad usare l’Aloe Arborescens?

Impariamo ad usare l’Aloe Arborescens?

Spiegare in quanti e quali modi l’Aloe Arborescens sia benefica e ottimale per l’organismo potrebbe risultare sorprendente anche per chi ritiene di essere già ferrato sull’argomento. Le dinamiche commerciali, che hanno portato innumerevoli prodotti come succhi, pannolini e materassi a contenere l’aloe, spesso gettano ombra sulle reali potenzialità di questo prodotto naturale.
Volendo approfondire gli innumerevoli effetti benefici legati agli oltre 300 principi attivi contenuti nell’Aloe Arborescens è utile partire dalla citazione di Padre Romano Zago, principale divulgatore della ricetta del succo a base di Aloe Arborescens: “Questo rimedio agisce come una scopa per pulire a fondo il sangue”.
E proprio come una scopa l’aloe Arborescens rigenera lo stomaco, l’intestino, l’apparato respiratorio e cardiocircolatorio e il sistema immunitario.
Assiri, Maya, Indiani, Romani ed Egiziani avevano già scoperto le incredibili proprietà di questa pianta. Un papiro egiziano risalente al 1862 scoperto da George Ebers contiene un elenco di formule, utilizzate in antichità, a base di aloe.
Le proprietà dell’Aloe Arborescens sono svariate: antiossidante e antinvecchiamento; antibatterica, antimicotica e antivirale; antinfiammatoria e antidolorifica, cicatrizzante e stimolante la crescita epiteliale; immunomodulante e immunostimolante; tonico gastrointestinale e gastro-protettore; ipoglicemizzante; antitumorale.
Un mero elenco tuttavia non da la possibilità di comprendere quali effettivi benefici consenta all’organismo. La cospicua quantità di principi attivi incorona l’Aloe Arborescens la regina delle piante fitoterapiche e le consente di essere applicata a diverse patologie.
Scopriamo insieme, e nel dettaglio, i benefici dell’Aloe Arborescens.
Stomaco:
I mucopolisaccaridi, contenuti nell’Aloe Arborescens, garantiscono un’eccellente protezione della mucosa dello stomaco in difesa della considerevole acidità del succo gastrico. Garantiscono inoltre un’azione di cicatrizzazione delle lesioni gastriche e duodenali e combattono lo sviluppo dell’helicobacter pylori, garantendo un’azione antinfiammatoria con effetto lenitivo di gastriti e esofagiti.
Intestino:
L’aloè Arborescens combatte la pigrizia intestinale, aumenta la peristalsi intestinale svolgendo un effetto purificatorio. Ripristina inoltre la corretta funzione dello stomaco evitando spiacevoli diarree.
Combattere sia diarrea che stipsi con un unico prodotto, grazie all’Aloe Arborescens è possibile. È cosi ricca di principi attivi da permettere di contrastare entrambi i disturbi.
Apparato cardiocircolatorio:
La presenza di vitamine, fibra alimentare, composti antiossidanti, acidi grassi polinsaturi e oligoelementi garantisce un netto miglioramento nel rapporto tra colesterolo LDL e colesterolo Hdl. I grassi nelle arterie non saranno più una minaccia.
Apparato respiratorio:
Antrachinoni, mucopolisaccaridi e steroli vegetali, contenuti nell’aloe, lotteranno per voi contro le riniti allergiche. Il polline, acerbo nemico di numerose persone, sarà soltanto un lontano ricordo.

L’aloe Arborescens rafforza il sistema immunitario grazie ai suoi principi attivi ma soprattutto grazie al primo dei carboidrati, l’acemannano. L’acemannano crea una reazione immunitaria che stimola le cellule contro i pericoli esterni come virus, allergie e batteri.
Da non sottovalutare l’azione antitumorale dell’Aloe Arborescens confermata da continui studi.
Disintossicante, depurativa, lenitiva e contro l’inquinamento del’organismo. Assumere Aloe  Arborescens dovrebbe essere un’abitudine irrinunciabile, non soltanto se si sono già manifestati dei problemi ma anche per evitare, in via preventiva, che il nostro organismo si deteriori.


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per averci inviato un commento o per chiedere informazioni